Gnocchi di miglio con pesto di asparagi e mandorle – gluten free

Il miglio è ricco di proprietà- si dice essere energizzante, digestivo, diuretico, ricco di sali minerali (fosforo, magnesio, ferro e potassio) ed è senza glutine, se decorticato.
Minuscolo e dorato, questo semino sferico è un po’ bistrattato in Italia, spesso, infatti, lo si associa al mangime per gli uccelli. Ma in passato non era così: compariva frequentemente sulle tavole insieme all’orzo, alle lenticchie, ai ceci, alle patate. 
Ultimamente lo si sta un po’ rivalutando e lo si trova in qualche preparazione sia dolce sia salata.
Il miglio presenta poi il vantaggio di essere facile e rapido da cucinare.
L’ammollo non serve, basta lavarlo, trasferirlo in un tegame e lo si tosta a fuoco basso, senza condimenti. Si aggiunge poi una
quantità doppia di acqua calda, si copre il recipiente e si porta a
cottura a fiamma bassa in circa 20 minuti, controllando ogni tanto che non
manchi acqua (controllate in ogni caso le indicazioni presenti sulla confezione). Volendo si può saltare la fase della tostatura e cuocere
il cereale con il doppio di acqua fredda, sempre coperto e sempre per 20
minuti circa. In entrambi i casi, a fine cottura tutto il liquido sarà
stato assorbito. E’ sconsigliabile invece procedere alla lessatura e alla
scolatura finale dell’acqua, procedimento valido per tutti gli altri
cereali in chicco.

Gli gnocchi di miglio, sono di semplice realizzazione, il loro gusto delicato e leggermente dolce si sposa, a mio avviso, molto bene con il pesto di asparagi e mandorle.
Q.b. - Quanto Basta.: Gnocchi di miglio con pesto di asparagi e mandorle - Gluten Free

Dosi per tre porzioni scarse/2 abbondanti

INGREDIENTI

Per gli gnocchi:

200 gr miglio
450 gr di acqua
Q.b. Farina senza glutine  (circa tre cucchiai – va benissimo anche la farina 00 o quella di grano duro)
Per il pesto:
15 asparagi medi/grandi
20gr mandorle
3 cucchiai di parmigiano
Q.b. Olio Evo
Q.b. sale
PROCEDIMENTO:
Per gli gnocchi
1. Lavare il miglio sotto l’acqua corrente e metterlo in una casseruola e farlo tostare per un paio di minuti. Aggiungere poi l’acuqa (meglio calda). Cuocere a fuoco moderato per circa 20 minuti o fino a quando l’acqua sarà asciugata e il miglio sarà gonfio e asciutto.
2. Lasciarlo intiepidire e trasferirlo sulla spianatoia. aggiungere la farina (io circa 3 cucchiai) e impastare fino ad ottenere un composto compatto ma abbastanza morbido e lavorabile.
3. Ricavare dell’impasto dei filoncini e tagliare a tocchettini di circa 1 cm.
Q.b. - Quanto Basta.: Gnocchi di miglio con pesto di asparagi e mandorle - Gluten Free
Per il pesto:
1. Lavare e pulire gli asparagi e farli cuocere in acqua bollente salata fino a che risultano cotti al dente. Scolare e lasciar intiepidire.
2. Versare nel mixer le mandorle, il parmigiano, l’olio, il sale e gli asparagi tagliati a tocchetti e mixare fino a quando non si otterrà una crema morbida. Se necessario aggiungere qualche cucchiaio di acqua di cottura degli asparagi.
Lessare gli gnocchi in acqua bollente per circa 4/5 minuti e condirli con il pesto ottenuto. Saltare a fuoco vivace.

Con questa ricetta partecipo al contest “Spred Joy” di “L’angolo delle Ghiottonerie

Condividi questo articolo...
9 Commenti
  • Arianna Frasca
    Pubblicato alle 16:20h, 24 giugno Rispondi

    Questa è la prima volta che vedo gnocchi di miglio!!! Mi piacciono e anche molto! Specie con questo buonissimo pesto ^^

    • Barbara Gallazzi
      Pubblicato alle 09:30h, 10 luglio Rispondi

      Effettivamente non sono molto comuni.. ho voluto sperimentare un po' e devo dire che mi hanno dato soddisfazione.. 🙂

  • Mila
    Pubblicato alle 09:06h, 26 giugno Rispondi

    Anche per me sono una novità!!! Complimenti per il risultato

  • conunpocodizucchero Elena
    Pubblicato alle 16:13h, 26 giugno Rispondi

    interessante, bellissima ricetta!

  • Roberta
    Pubblicato alle 09:24h, 10 luglio Rispondi

    Curiosi questi gnocchi al miglio…poi gluten free!!! :)) Li proverò!!

    • Barbara Gallazzi
      Pubblicato alle 09:29h, 10 luglio Rispondi

      Ciao Roberta! Se li provi fammi sapere come vengono e soprattutto se ti piacciono.. 🙂

  • Paprika e Cacao
    Pubblicato alle 20:05h, 12 settembre Rispondi

    Ciao Barbara, questa ricetta è davvero molto interessante, ti faccio i miei complimenti di cuore! Sono felice che tu voglia partecipare al mio contest con questa meraviglia, ti chiedo solo di volerla pubblicare, perchè rientri nella data di validità del contest. Un bacione
    Lore
    de L'Angolo delle Ghiottonerie

Commenta l’articolo

Seguimi su Instragram